Istituto

L'Istituto storico di Modena è un’associazione culturale senza fini di lucro. L’assemblea annuale dei soci elegge un Consiglio Direttivo formato da un massimo di 23 membri, dei quali 3 sono attribuiti di diritto, in misura uguale, alle tre associazioni partigiane (Anpi, Alpi e Fiap) associate all’Istituto, da 2 a 4 sono indicati da altrettanti enti locali della provincia di Modena, mentre due membri al massimo sono indicati da soci collettivi dell’Istituto. Il Consiglio direttivo elegge un Comitato esecutivo composto da 5 a 7 membri, compresi il presidente e il vice-presidente.
L’Istituto vive grazie alle convenzioni stipulate con 37 Comuni modenesi (Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Carpi, Castelfranco, Castelnuovo, Castelvetro, Cavezzo, Concordia, Fanano, Finale Emilia, Fiorano, Formigine, Lama Mocogno, Maranello, Marano, Medolla, Mirandola, Modena, Montefiorino, Montese, Nonantola, Novi, Pavullo nel Frignano, Prignano, Ravarino, San Cesario, San Felice, San Possidonio, San Prospero, Sassuolo, Savignano, Sestola, Soliera, Spilamberto, Vignola, Zocca) e con l’Amministrazione provinciale di Modena, che riconoscono i servizi pubblici offerti dall'Istituto alla cittadinanza e la sua attività didattica e culturale. Esso ha tra i suoi soci collettivi le tre associazioni partigiane, la Camera confederale del lavoro e la Lega provinciale delle cooperative di Modena.
L’Istituto ha un solido rapporto di collaborazione con la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e con il Dipartimento di discipline storiche dell’Università degli studi di Bologna, ed ha attivato convenzioni per lo svolgimento di attività di tirocinio con queste realtà e con la Facoltà di scienze della formazione dell’Università di Bologna.
Ha infine relazioni consolidate con alcune associazioni culturali modenesi – in particolare con il Fotomuseo G. Panini, il Centro F. L. Ferrari e il Centro documentazione donna (questi ultimi due partner del progetto Archivi@) – nonché con altre numerose realtà culturali locali.

  NOVITÀ

Orari estivi 2015

L'Istituto storico di Modena è aperto al pubblico nel mese di luglio dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 13.00. Ad agosto osserva la chiusura estiva. Riapre martedì 1° settembre con i seguenti orari: dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 13.00, martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 19.00.

21 Luglio 2015

Assemblea annuale dei soci

Sabato 20 giugno alle 15.00 in sala Biasin a Sassuolo, in via Rocca 22, si tiene l'annuale assemblea dei soci dell'Istituto storico di Modena. Aprono i lavori Claudio Pistoni, Sindaco di Sassuolo, Stefania Cargioli della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna.

18 Giugno 2015

Cena "Insieme per Angela"

Sabato 17 gennaio alle 20.30 a Modena, presso la Polivalente 87& G. Pini, si terrà la cena del gruppo Insieme per Angela, momento conviviale in ricordo della vicepresidente dell'Istituto storico e a sostegno dei progetti dedicati alla sua memoria. Cena aperta a tutti su prenotazione.

07 Gennaio 2015

Novecento.org

Disponibile il terzo numero della rivista dell'Istituto per la storia del movimento di liberazione in Italia dedicata alla didattica della storia. Questo numero è dedicato alle risorse didattiche digitali su Resistenza e seconda guerra mondiale.

01 Novembre 2014

Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Modena
Viale Ciro Menotti 137 · 41100 Modena · tel. 059 219442 / 059 242377 · fax 059 214899 · e-mail: istituto@istitutostorico.com · c.f. 80010530360